Obblighi di sicurezza, DVR e formazione per il datore di lavoro verso i dipendenti che svolgono più mansioni: Ministero del Lavoro

Il Ministero del Lavoro (con l’interpellon. 4/2015) ha risposto ai dubbi in materia di formazione, aggiornamento,sicurezza sul lavoro e valutazione dei rischi legati alle mansioni svolte da una singola figura professionale.

 

Valutazione rischi

L’ANCE, in riferimento all’art. 37 del Testo Unico di Sicurezza, ha chiesto chiarimenti in merito alla:



«valutazione dei rischi
specifici delle mansioni, nel caso in cui un lavoratore in possesso di formazione per lo svolgimento di una determinata attività venga adibito allo svolgimento di singole particolari mansioni, che tradizionalmente, e anche in base alla classificazione Istat/Isfol, costituiscono compiti o attività specifiche ricompresi nell’attività principale per la quale è stata erogata la formazione stessa».

Secondo il Ministero, il documento (articolo 17, comma 1, lettera a, del D.Lgs. n. 81/2008) stilato dal datore di lavoro a conclusione della valutazione dei rischi (stando agli articoli 28 e 29 del decreto) deve contenere la precisa individuazione di ogni rischio collegato al lavoro da svolgere e non può riferirsi in maniera astratta alla semplicemansione che il lavoratore svolge.

Quindi anche l’adeguatezza dellaformazionein capo a ogni lavoratore – parte integrante dell’organizzazione del lavoro e da inserire nelle misure diprevenzione - è connessa alla valutazione dei rischi e deve essere periodicamente ripetuta in base alla trasformazione o manifestazione di rischi nuovi o non considerati prima.

Formazione

Contenuti e durata della formazione specifica (come da Accordo Stato-Regioni 221/2011 e 153/2012) rappresentano un percorso minimo, che il datore di lavoro dovrà valutare se sufficiente o da integrare tenendo conto di nuove normative o quanto emerso dalla valutazione dei rischi. Restando l’obbligo dellafrequenza di corsi specificie supplementari per la formazione prevista da norme apposite (es.: segnaletica stradale per attività in presenza di traffico veicolare), se un lavoratore in possesso di formazione per lo svolgimento di una determinata attività venga adibito a singole specifiche mansioni nell’ambito dell’attività principale per la quale è stata erogata la formazione, questa è valida solo se nel percorso formativo i rischi specifici, relativi alle particolari mansioni, siano stati trattati in maniera adeguata.

Se i compiti assegnati mettono a repentaglio lasaluteattraverso rischi diversi e ulteriori rispetto a quelli oggetto di valutazione e formazione, saranno necessarie sia una nuova valutazione dei rischi che una apposita formazione integrativa.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information

I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

Il tuo consenso si applica ai seguenti settori: www.powertobusiness.it, www.bolognatobusiness.it, servizi.powertobusiness.it